Ultima modifica: 5 Giugno 2021

DONACIBO 2021

PIU’ DELLA PANDEMIA UNA MONTAGNA DI SCATOLE

Trasmettiamo la lettera di ringraziamenti ricevuta dall’Associazione Don Peppino Corno di Treviglio
Ringraziamo la prof.ssa Laiso per essersi resa promotrice dell’evento, i docenti, gli studenti, le famiglie e i collaboratori che hanno permesso il progetto e la relativa partecipazione

Non solo scatole sono arrivate, ma anche disegni, lavori e pensieri come alcuni qui di seguito riportati:

Non pensando sempre avanti e guardando il presente.

Bisogna essere attenti a quello che ci circonda e non pensare sempre al futuro.

Secondo me bisogna sempre aiutare ogni persona senza guardare l’apparenza.

Quando ero in quarantena e i miei amici passavano da casa mia anche solo per un saluto o per fare una chiacchierata dalla strada.

L’essere aiutato mi trasmette a volte gioia altre volte invece mi fa provare rabbia, perché “VOGLIO FARE DA SOLO”.

Lavoro molto interessante e difficile, perché è sempre difficile guardarsi dentro…

Esempi semplici e profondi di ciò che la proposta annuale del Donacibo ha mosso nelle migliaia di alunni delle scuole che anche questo anno hanno voluto aderire e far propria la proposta di condividere il bisogno di tante persone. Non solo raccolta di alimenti, ma occasione per un lavoro educativo per approfondire il significato del condividere, del guardare chi ci sta accanto, del non fuggire dal presente, nella scoperta dell’amicizia: presenti gli uni agli altri per riscoprirsi comunque tutti bisognosi.

“Solo quando domina una speranza fondata siamo in grado di affrontare le circostanze senza fuggire. E’ una presenza, non le nostre strategie, la nostra intelligenza, il nostro coraggio, ciò che mobilita e sostiene la vita di ognuno di noi.”

Con queste parole avevamo rilanciato l’iniziativa del Donacibo, pur con tante incertezze per il tempo che stavamo vivendo, senza sapere se sarebbe poi stato possibile muoversi, e in effetti, a marzo, al momento della raccolta, con le scuole di nuovo chiuse, chi avrebbe immaginato che dopo poche settimane tutto sarebbe ripartito con gioia e vigore! Gioia e vigore per quella speranza che ha mosso e accompagnato nel lavoro piccoli e grandi, alunni ed educatori.

Allora un grandissimo GRAZIE, a nome di tutti i volontari del Banco di Solidarietà e delle persone che ne beneficiano, a tutti voi Dirigenti, Docenti, Genitori ed alunni per l’impegno profuso e per la condivisione dei bisogni di tanti amici. A tutti un grande augurio per la prossima chiusura dell’anno scolastico.

                                                                                  Per il Banco di Solidarietà don Peppino Corno

                                                                                                            Marco Arrigoni




Link vai su
Traduci in...